La libreria di zia Charlotte

la libreria di zia charlotteLa libreria di zia Charlotte di Thomas Montasser è un romanzo delizioso sulle gioie della lettura che ogni lettore appassionato come noi dovrebbe avere nella propria libreria (scusate il gioco di parole).

Valerie si è appena laureata in Economia aziendale ma ha già le idee chiare, desidera specializzarsi e diventare una brava consulente per la Scandinavia e le economie emergenti del Baltico. Proprio nel momento in cui è impegnata a progettare il suo futuro così come lo ha sempre immaginato, la sua vita prende una piega inaspettata.

La vecchia zia Charlotte sparisce nel nulla, ma prima di far perdere le proprie tracce lascia una lettera in cui chiede che sia Valerie ad occuparsi, in sua assenza, dell’antiquata libreria di cui è proprietaria da decenni. Valerie viene colta di sorpesa, non sa che farsene di quella bottega e, nonostante i suoi studi, non ha idea di come si amministri una libreria, fuori moda e fuori mano. D’altra parte non può neanche cederla visto che Charlotte si è allontanata solo momentaneamente. Quello che resta da fare è cercare di fare ordine nei confusionari inventari della zia e aspettare che torni. Eppure quella libreria buia e disordinata ha qualcosa di magnetico e Valerie finirà per farne il suo rifugio. Così tra un libro di Kant, una tazza di té caldo preparata con l’antico samovar e l’incontro con gli strani clienti di zia Charlotte, scoprirà un mondo parallelo di cui presto non potrà più fare a meno che l’aiuterà a guardare la vita da una prospettiva finora sconosciuta.

Quello che succede a Valerie nel corso di quell’anno speciale trascorso ad amministrare la  “Ringelnatz&Co” è in fondo quello che succede ad ognuno di noi quando si immerge in uno splendido libro dimenticando per un momento tutto il resto e cedendo alla forza immensa della lettura, consapevoli, o forse no, di quanto ogni singola frase possa in qualche modo rendere le nostre vite un pò migliori 😉

Stai per cominciare a leggere il nuovo romanzo Se una notte d’inverno un viaggiatore di Italo Calvino. Rilassati. Raccogliti, allontana da te ogni altro pensiero. Lascia che il mondo che ti circonda sfumi nell’indistinto. La porta è meglio chiuderla; di là c’è sempre la televisione accesa. Dillo subito agli altri: “No, non voglio vedere la televisione!” Alza la voce, se no non ti sentono: “Sto leggendo! Non voglio essere disturbato!” Forse non ti hanno sentito, con tutto quel chiasso; dillo più forte, grida: “Sto cominciando a leggere il nuovo romanzo di Italo Calvino!” O se non vuoi non dirlo; speriamo che ti lascino in pace. 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...