Doctor Sleep

568978882005HIG_250X380_exactDoctor Sleep di Stephen King è il (tanto atteso?) seguito di Shining eppure io a dirla tutta lo avrei visto meglio come seguito di Twilight e company! E’ un bel libro, niente in contrario, ma faccio fatica a legarlo a Shining. Sarà che ormai sono passati anni da quando l’ho letto la prima (e unica) volta, sarà che non memorizzo mai le trame troppo a lungo e che il film mi ha influenzata abbastanza ma tra i due romanzi, secondo me, sono pochi gli elementi di continuità (e anche un po’ forzati). C’è la luccicanza, protagonista assoluta, c’è un Danny Torrance ormai adulto e un Dick Hallorann ormai morto (eppure…), c’è Jack Torrance rievocato come un simpatico ubriacone un pò violento e non come uno che ha cercato di fare a pezzi la famiglia a colpi di accetta (faccio confusione con il film?) e poi c’è l’Overlook Hotel, o almeno quello che ne è rimasto. Ma il resto….

Il nostro piccolo Danny Torrance, dotato del dono della luccicanza, è ormai adulto, un trentenne solo e alcolizzato con alle spalle storie di violenza e degrado. Quando al culmine della desolazione, nel pieno di un triste vagare senza meta per il Paese, giunge per caso a Frazier decide di restare colpito dall’accoglienza e dalla disponibilità dei suoi abitanti (ma anche su consiglio di Tony, ve lo ricordate?). L’occasione di costruire finalmente un’esistenza migliore si presenta quindi sotto forma di una piccola e fredda cittadina del New Hampshire dove Danny riesce a disintossicarsi completamente e a mettere da parte i drammatici ricordi d’infanzia ottenendo un lavoro come inserviente nella casa di risposo Helen Rivington. Ed è proprio qui  che a breve  prenderà il soprannome di Doctor Sleep per il suo singolare e misterioso modo di accompagnare nell’aldilà i pazienti in punto di morte. A pochi km di distanza da Frazier vive una ragazzina, Abra, dotata di strani e fortissimi poteri, come la telepatia e la capacità di assistere ad eventi accaduti o che accadranno in futuro (una super super luccicanza insomma). Quando Abra scoprirà di essere in grave pericolo cercherà di mettersi in contatto con Danny sconvolgendo la sua quieta esistenza e coinvolgendolo in una folle battaglia combattuta a colpi di telepatia contro il Vero Nodo, un clan di simil-vampiri che si nutrono del vapore emesso da persone dotate di poteri speciali. E qui entrano in gioco i fantasmi del passato di Danny, ma proprio nel vero senso del termine….

Un bellissimo libro, originale (forse neanche troppo vista la moda dei vampiri esplosa ultimamente), però, Stephen King, che bisogno c’era di farne il seguito di Shining? Non potevi lasciare le cose com’erano e scrivere un libro nuovo, indipendente dai fatti dell’Overlook Hotel? Io avrei preferito! Buona lettura!!

Ovunque tu vada, avrai sempre te stesso al tuo fianco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...