Condoglianze…Signora

IMG_1829Questo libro ha una storia particolare. Non lo troverete in libreria perché l’autore, un insolito signore palermitano con un pessimo rapporto con le case editrici, ha deciso di non affidarsi a nessuna di esse e di pubblicare e promuovere i suoi romanzi autonomamente. Il nostro incontro è avvenuto una sera di agosto sulla via principale di Lampedusa, Antonio Lo Vasco era lì con il suo banchetto di libri e a chiunque si avvicinasse  raccontava con passione trame e vicende della sua vita da cui ha tratto ispirazione per i suoi romanzi. Dopo questo primo incontro ce ne sono stati altri in giro per spiagge e calette di questa splendida IMG_1795isola, lo vedevi arrivare con 10/15 libri da proporre e tornare a mani vuote. Sono rimasta affascinata da questo personaggio, così determinato ed appassionato, ed ho comprato un suo romanzo che lui ha scritto dopo aver assistito, nel 1968, ad un omicidio di mafia, Condoglianze…Signora.

Cosa spinge un uomo di trent’anni a pronunciare il giuramento di appartenenza a Cosa Nostra? E’ forse figlio di un mafioso, o è già un delinquente incallito che che ambisce a un ruolo di rispetto esclusivo solo agli appartenenti alla mafia? No. Antonio Ammirata è figlio di un muratore e di una casalinga con la quinta elementare, che lo hanno educato a rispettare le leggi divine e dello Stato. E’ anche vicedirettore di un’agenzia postale, nonché, laureando in giurisprudenza. Eppure, eccolo lì, con un’immaginetta sacra tra le mani, mentre scandisce: “Entro col sangue ed uscirò col sangue, e le mie carni dovranno bruciare come questo santino se non manterrò fede al giuramento

In genere è alla fine che riporto un passo del libro particolarmente significativo, questa volta invece ho deciso di proporvelo prima perché da queste poche frasi si capisce il succo di questo bel romanzo. Antonio Ammirata è un ragazzo normale, di sani principi e molto legato alla sua famiglia e alla sua terra. Con grande orgoglio dei genitori, riesce a lasciare Palermo per poi tornarvi qualche anno dopo da vicedirettore di un’agenzia postale e quasi laureato in giurisprudenza. A soli ventotto anni ha già fatto molte esperienze e si sente un uomo felice e realizzato. Tutto va nel migliore dei modi fino al suo incontro, durante una vacanza in Spagna, con Rosario Speciale, figlio di un noto boss mafioso del palermitano. Antonio non si rende subito conto della vera identità di quella numerosa famiglia così gentile ed ospitale e porta avanti con gioia quella che sembra un’amicizia  genuina. Presto però i segnali di un coinvolgimento della famiglia Speciale in attività mafiose diventano chiari e proprio quando Antonio deciderà di prendere definitivamente le distanze dal clan sarà troppo tardi. Costretto, senza possibilità di scelta, ad affiliarsi alla mafia ne uscirà solo col sangue. Dopo quindici anni da questi fatti, Antonio tornerà a Palermo per vendicarsi e redimersi dai suoi peccati di gioventù e proprio in questa occasione ricorderà (e racconterà) per la prima volta tutta la sua triste storia.

Mi è piaciuto moltissimo questo libro! L’ho divorato e mi dispiace che non abbia la giusta visibilità, sono sicura che avrebbe un grande successo. Se siete interessati ad avere qualche romanzo di Antonio Lo Vasco potete contattarlo tramite la sua email antoniolovasco@alice.it! Ne vale la pena!

Annunci

2 pensieri su “Condoglianze…Signora

  1. Ciao Luna. Leggo solo ora… Visto che ti è piaciuto il mio romanzo, ti consiglio di leggere “Memoriale di un’assassina”, il penultimo che ho pubblicato, che ha avuto un grande successo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...