La voce invisibile del vento

Ho appena finito di leggere La voce invisibile del vento di Clara Sanchez e devo dire, ahimè, di non esserne rimasta per nulla soddisfatta. Non mi ha convinto. Probabilmente perché dopo aver letto Il profumo delle foglie di limone avevo cominciato questo romanzo con grandi aspettative e invece mi sono dovuta presto ricredere (non vedevo l’ora di finirlo ma ho fatto una gran fatica!!). Peccato perché la trama è originale, l’idea carina tutto sommato, ma poteva essere sviluppata molto meglio. Troppe descrizioni, a volte ripetute più e più volte nel corso del libro, personaggi decisamente insipidi, situazioni surreali, vicende al limite del paradossale. Speravo almeno in un buon finale con colpo di scena che desse una risposta sensata alle mie perplessità e invece anche quello…scontato.

La storia è quella della bella Julia dai capelli rossi che parte per le vacanze estive con il marito Felix e il figlioletto Tito alla volta della cittadina spagnola di Las Marinas. Appena arrivata a destinazione però si accorge di non aver portato il latte per il bimbo e quindi, pur non conoscendo la zona e senza nessun punto di riferimento, si avventura alla ricerca di una farmacia notturna. Presto però capisce di non essere in grado di tornare indietro e comincia un vagabondaggio della durata di otto giorni tra commissariati, banche, supermercati e discoteche locali alla disperata ricerca della sua famiglia che, non si capisce il motivo, non riesce a contattare in nessun modo. In realtà Julia è caduta in un sonno comatoso in seguito ad un banale incidente di cui è stata vittima tornando dalla farmacia e quella che sta vivendo non è la realtà ma una specie di dimensione parallela, un sogno dal quale deve trovare il modo di uscire. Alla fine con l’aiuto del marito, della madre, del neonato Tito e di un’altra serie di personaggi che poi non si capisce che fine fanno Julia riuscirà a trovare la via di casa svegliandosi dal coma. Una volta tornata alla realtà poi scoprirà che esistono dei legami (molti dei quali io non ho colto evidentemente) tra le vicende che lei aveva vissuto e quello che stava realmente accadendo alla sua famiglia.

Insomma, pur se si vuole considerarlo un romanzo di semi-fantascienza, per me rimane sempre troppo inverosimile! Delusione!

Annunci

3 pensieri su “La voce invisibile del vento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...