Rosa candida

Vi ricordate in che occasione avevamo parlato di questo libro? In uno dei miei primi post vi avevo segnalato un articolo che trattava la scelta di Einaudi di pubblicare sulla quarta di copertina di un suo romanzo il giudizio di un lettore invece dei soliti critici. Il romanzo era proprio questo!

La storia è semplice. Dopo la morte improvvisa della madre in un incidente stradale, Lobbi decide di lasciare i paesaggi lunari dell’Islanda, suo paese natale, e ritrovare se stesso dedicandosi alla sua più grande passione (eredita dalla mamma): la botanica. Così saluta un padre troppo attento ed apprensivo che vive nel ricordo della moglie, un gemello autistico e, zaino in spalle e boccioli di rosa in tasca (la famosa rosa ad otto petali), parte alla volta di uno dei roseti più famosi al mondo, situato all’interno di un monastero da qualche parte in nord Europa, che ha preso l’impegno di riportare all’antico splendore. Il padre e il fratello però non sono le uniche persone a cui Lobbi dirà addio, ci sono anche la piccola Flora Sol, frutto di una relazione durata “un quinto di una notte“, e Anna, la mamma, per lui quasi un’estranea. Proprio quando Lobbi comincerà a ritrovare un equilibrio, grazie anche all’aiuto di padre Tommaso e dei monaci del monastero, dovrà fare i conti con l’arrivo inaspettato di madre e figlia e riscoprirsi improvvisamente genitore.

Quello che mi ha impressionato di Rosa candida è che è un libro che trasmette serenità! Davvero, è uno dei libri più rilassanti che abbia mai letto. Sarà per l’ambientazione (si parte dall’Islanda e si approda in un paesino non ben specificato del nord Europa), sarà per la discrezione dei suoi personaggi (tutti dotati di un equilibrio invidiabile, persino la neonata), sarà per la delicatezza della storia, sarà per i fiori….io l’ho trovato davvero gradevole. Certo, la trama non è delle più avvincenti. Poca suspense (anzi nulla), rari colpi di scena,  lieto fine mancato, ma che importa? Non è così che va la vita? Per una volta una storia realistica, non scontata, sulle novità che la vita ti può riservare quando meno te lo aspetti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...