Racconti di viaggio #2

Sempre della serie racconti di viaggio, oggi parliamo di Medio Oriente!

I giorni del miele e dello zenzero narra la storia di Annia, giornalista americana cresciuta vagabondando da uno stato all’altro al seguito della madre, che a New York incontra Mohamad, suo collega libanese, lo sposa e decide di seguirlo in Medio Oriente, prima in Libano e poi a Baghdad, nei giorni immediatamente successivi all’11 Settembre 2001.

Oltre gli avvenimenti di politica internazionale intorno ai quali si sviluppa la trama, tuttavia, il vero leitmotiv di questa storia è la cucina. Sedersi tutti insieme intorno a una tavola apparecchiata, infatti, per Annia è il momento più importante della giornata ed è quello che definisce veramente una famiglia, una casa. Per questo anche nei momenti più difficili trascorsi in Iraq o durante la guerra civile in Libano non rinuncerà mai a mettersi ai fornelli, sperimentando nuovi piatti locali per le persone a lei più care.

Oltre a suggerirci una quantità di fantastiche ricette della tradizione greca, libanese ed irachena (da provare) questo libro ci apre gli occhi su una cosa a cui spesso non si presta l’attenzione dovuta: a quante cose, anche le più banali, è costretto a rinunciare chi vive in un conflitto.

Annunci

4 pensieri su “Racconti di viaggio #2

  1. Ciao Clod, (spero non ti offenderai se ti chiamo come i tuoi amici, ma leggo spesso il tuo blog da sentirmi un pò tua amica anch’io) ho notato con piacere che hai pubblicato alcuni post dedicati al tema del viaggio. Interessanti gli spunti di letture al riguardo. Vorrei chiederti  se hai avuto modo di leggere Shantaram, romanzo di Gregory David Roberts . Mi è stato consigliato da una ragazza che ho conosciuto durante il viaggio in India. Secondo quanto mi ha raccontato, l’autore accompagna il lettore alla scoperta dell’India. Leggendo questo libro lei ha risentito l’odore, il trambusto, la lotta per la vita, il calore e ” i volti diversi di quel bizzarro assortimento”, il “contrasto tra il consueto e l’inconsueto”. La mia domanda è rivolta anche a tutti coloro che seguono questo blog. Grazie mille. Anna

    • Si, l’ho letto e l’ho trovato MERAVIGLIOSO (anche se impegnativo) ed avevo intenzione di consigliartelo!!! Lo avrei fatto al più presto! Decisamente si, leggilo!! Un altro libro bello ambientato in India è Il Dio delle piccole cose! Entrambi mi sono stati consigliati da un mio caro amico indiano! 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...