Fai bei sogni

Fai bei sogni è un libro che ho letto in una notte. Ho cominciato come al solito la sera prima di andare a dormire e……a dormire quella notte non ci sono più andata! Avete presente quei famosi libri di cui tutti parlano che non riesci a smettere di leggere? Ecco, questo ne potrebbe essere il porta bandiera. E’ emozionante, molto, per me lo è stato particolarmente, per questo voglio parlarvene.

E’ la storia, autobiografica, di un bambino di nove anni a cui capita la cosa peggiore e inspiegabile che può capitare a un bambino, la morte della mamma, il più grande amore incondizionato della propria vita. Ai suoi occhi di bambino tutto succede improvvisamente, una mattina come tante si sveglia e la mamma non c’è più, “Papà l’ha accompagnata a fare una commissione” è la spiegazione migliore che riesce ad ottenere dagli adulti (solo più tardi “il sacerdote dei lupetti” gli spiegherà che “la mamma è il tuo angelo custode…..Da tempo chiedeva il permesso di volare lassù per proteggerti meglio e ieri il signore l’ha chiamata a sé….” e lui di tutta risposta “Signore svegliala, falle un caffè e rimandala subito qui. E’ mia mamma, capito? O riporti giù lei o fai venire su me. Scegli tu. Ma fai in fretta. Facciamo che adesso chiudo gli occhi e quando li riapro hai deciso?”). Tuttavia da quella commissione la mamma non è più tornata e  per Massimo comincia un’improbabile vita da vivere senza di lei, senza le sue bistecche al burro e l’odore dei suoi capelli appena lavati.

Gramellini racconta la sua storia da questo momento in poi rendendoci partecipi di quanto la mancanza improvvisa di una figura così rilevante possa influenzare la vita di un bambino prima, di un adolescente poi e di un adulto infine. Un rapporto difficile con il padre, come lo stesso autore spiega ” privata del cuscinetto materno , la frizione tra i nostri due caratteri aveva perso ogni parvenza di vitalità per diventare lo sfogo cupo di due vittime incomprensibili l’una all’altra”, la mancanza di una figura femminile di riferimento, di una “mamma di riserva” (che lui cerca disperatamente ma invano nelle due nonne, nelle mamme degli altri bambini, nella maestra e perfino nella rude tata) la solitudine, la sensazione di inadeguatezza, la mancanza di autostima lo portano a vivere una vita a metà, la vita di chi “ uno che cammina sulla punta dei piedi perchè il cielo lo spaventa, e anche la terra”. Finchè, da adulto, la scoperta di una verità tanto a lungo celata dalla quale è stato messo al riparo gli permette di riappacificarsi con la sua vita e di lasciare andare sua madre, di accettare finalmente le sue scelte, mandandole tutto il suo amore. ” “A un certo punto la vita ha incominciato a risorgere dalle caviglie come una corrente d’aria fresca”.

Fai bei sogni è un libro che mi riguarda, è un libro che riguarda tutti coloro che nella vita hanno affrontato un dolore grande con il quale continueranno a convivere per il resto dei loro giorni, un dolore ingombrante.  Ma riguarda anche coloro che  nonostante tutto ce l’hanno fatta proprio con la riserva inesauribile d’amore donato da chi ci ha lasciati, con i loro gesti d’amore a volte eroici spesso incomprensibili, con i ricordi. In principio avevo timore di leggere questo libro poi mi sono fatta coraggio, la dolcezza e l’ironia con cui Gramellini racconta questa storia mi hanno resa felice.

” Pensa in ogni momento che tua mamma vive e ti insegna a vivere. E’ sempre stata con te e si rammarica che tu non creda nell’amore totale. Salutala quando ti svegli e parlale sempre, di tutto. Lei sa che cos’è l’amore. Ringraziale per il bene che ti vuole e sforzati di non dar retta al tuo scetticismo. Immagina di buttarlo in un cestino”.

Annunci

5 pensieri su “Fai bei sogni

  1. Pingback: Che tempo che fa « CLOD'S BOOKS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...